Studio Associato Lupi & Puppo
Studio Legale e di Consulenza sul lavoro

Indennità una tantum di 200 euro: precisazioni

L’INPS, con il messaggio 21 giugno 2022, n. 2505, precisa, in tema di erogazione dell’indennità una tantum di 200 ai lavoratori dipendenti, quale sia “la retribuzione erogata nel mese di luglio 2022”.

In termini operativi, il cedolino in cui riconoscere l’indennità da parte dei datori di lavoro è quello di competenza del mese di luglio 2022, oppure, in ragione dell’articolazione dei singoli rapporti di lavoro (ad esempio, part-time ciclici) o della previsione dei CCNL, quello rilasciato nel mese di luglio del corrente anno, seppure di competenza del mese di giugno 2022.

Il rapporto di lavoro, in ogni caso, deve sussistere nel mese di luglio 2022.

L’indennità deve essere erogata, esistendo il rapporto di lavoro a tempo determinato o indeterminato, nel mese di luglio 2022, anche laddove la retribuzione di competenza risulti azzerata per effetto di eventi tutelati (ad esempio, in presenza di CIGO/CIGS, FIS o di congedi).